Giugno Antoniano Reatino | Sito in costruzione
1
single,single-post,postid-1,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-1.9,vertical_menu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.3,vc_responsive
 

Sito in costruzione

Sito in costruzione

Torna presto a trovarci…

antonio

« E Gesù disse loro: In verità vi dico: Voi che mi avete seguito» .

Il Signore non dice: «Voi che avete lasciato tutto», ma «Voi che mi avete seguito»: ciò che è proprio degli apostoli e dei perfetti.

Sono molti quelli che lasciano tutto, ma che tuttavia non seguono Cristo, perché, per così dire, trattengono se stessi. Se vuoi seguire e conseguire, è necessario che tu lasci te stesso. Chi segue un altro nella via, non guarda a se stesso, ma all’altro che ha costituito guida del suo cammino. Lasciare se stesso significa non confidare in sé in nessun caso, ritenersi inutile anche quando si è fatto tutto ciò che è stato comandato, disprezzare se stesso come un cane morto o una pulce, nel proprio cuore non anteporsi a nessuno, reputarsi peggiore di tutti i più grandi peccatori, considerare tutte le proprie opere buone come un panno di donna immonda, mettere se stesso davanti a sé e piangersi come morto, umiliarsi profondamente in ogni occasione e abbandonarsi totalmente a Dio…»

(Sant’Antonio di Padova, Sermone per la Conversione di San Paolo)

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.